Ci sono sempre più pickup americani in Europa, ed è un problema

Slow News. Il primo progetto italiano di slow journalism.

Sul sito dell’European Trasport Safety Council si legge che “un gruppo di organizzazioni europee per la sicurezza stradale e ambientale ha espresso notevoli preoccupazioni riguardo al numero crescente di pick up del mercato USA che arrivano nell’Unione europea attraverso una scappatoia normativa”. Si tratta della IVA, Individual Vehicle Approval, un metodo di omologazione che permette di aggirare alcune regole imposte dall’EU.

Secondo i dati di ETSC, i pick up in questione sono solo qualche migliaia i veicoli, ma la loro quantità è triplicata in due anni. Le loro dimensioni sproporzionate alle strade europee e i loro consumi fuori dalle norme comunitarie ne fanno un problema di sicurezza e di impatto ambientale.

«Uno studio del Vias Institute» leggiamo sempre sul sito dell’ETSC», pubblicato in agosto, che ha analizzato i dati sugli incidenti belgi, ha rivelato che i pedoni o i ciclisti investiti da un camioncino corrono un rischio maggiore del 90% di lesioni gravi e un rischio di morte quasi del 200% maggiore rispetto agli incidenti che coinvolgono automobili.

 

Andrea Coccia
Andrea Coccia
7 mesi fa

News Flow

Ultimo aggiornamento 20 ore fa
Leggi tutte le News Flow
Slow News, via email
Lasciaci il tuo indirizzo e ricevi gratuitamente solo le parti di Slow News che ti interessano: